Home Cronaca Cronaca Aosta

Zona rossa e Università, lezioni, esami e lauree online

0
CONDIVIDI
Zona rossa e Università, lezioni, esami e lauree online

Il Senato Accademico, riunitosi ieri, ha stabilito che fino al perdurare delle limitazioni della Valle d’Aosta come “zona rossa”, le lezioni si svolgeranno esclusivamente in modalità telematica

Gli esami e le lauree previste nell’anno 2020 si svolgeranno esclusivamente in modalità telematica. Superato il periodo di massima allerta sanitaria (c.d. zona rossa), potranno essere previste lezioni in presenza per il primo anno dei corsi di studio. Potranno riprendere anche laboratori, esperienze pratiche guidate e attività svolte all’aperto. Per quanto concerne i tirocini in Italia, il senato accademico ha deciso che dovranno svolgersi esclusivamente in modalità a distanza (smart working) se la sede di svolgimento è in regione classificata come “zona rossa”, mentre se la regione non è classificata come “zona rossa” potranno sia essere in modalità in presenza sia in modalità a distanza. I soli tirocini professionalizzanti di psicologia, afferenti all’area sanitaria, potranno continuare a svolgersi, in accordo con l’ente ospitante, anche in presenza. Le iniziative di mobilità internazionale a fini di studio e a fini di tirocinio potranno continuare secondo le modalità operative stabilite dall’Ateneo partner o dall’ente ospitante, nel rispetto delle eventuali limitazioni previste dalle competenti autorità del paese estero di svolgimento delle attività. “Appena istituita la zona rossa per la Regione Valle d’Aosta – ha spiegato la Rettrice Mariagrazia Monaci – ho disposto che l’attività didattica fosse gestita esclusivamente on line per i pochi giorni che ci separavano dall’inizio della sessione d’esame, iniziata lunedì 9 novembre e anch’essa gestita totalmente a distanza. Fortunatamente, l’università è in grado di passare in modalità a distanza in tempo zero, grazie anche alla collaborazione di tutti i docenti che hanno gestito in modo ottimale il precedente periodo di chiusura; inoltre, nel frattempo l’università si è dotata di attrezzature tecnologiche all’avanguardia che facilitano tutti i nuovi modi di insegnare che dobbiamo prevedere, pur auspicando che la situazione sanitaria migliori quanto prima e ci permetta di tornare ad avere gli studenti in presenza. Ieri il Senato Accademico ha dato indicazioni per il periodo successivo alla sessione d’esame di modo che i nostri studenti possano organizzarsi al meglio.”


Loading...