Home Cultura

Torna il Premio scolastico Inventiamo una banconota

0
CONDIVIDI
Torna il Premio scolastico Inventiamo una banconota

La Banca d’Italia e il Ministero dell’Istruzione hanno promosso anche per l’anno scolastico 2020-2021 il Premio per la scuola “Inventiamo una banconota”, giunto alla sua ottava edizione.

Il tema scelto è “Economia e società: gli insegnamenti della pandemia”. Gli studenti, dovranno realizzare il bozzetto di una banconota “immaginaria” che sviluppi una riflessione sugli effetti finanziari ed economici del Covid-19 sulla nostra collettività.

Le domande di iscrizione dovranno essere inviate entro il 16 aprile 2021, mentre i bozzetti dovranno essere presentati entro il 15 maggio 2021.

Tutte le informazioni utili alla partecipazione sono contenute nel bando disponibile al seguente link https://premioscuola.bancaditalia.it/premio/documenti/Bando-2020-21.pdf.

Per ogni istituto può partecipare una sola classe per livello d’istruzione: una per la scuola primaria, una per la scuola secondaria di primo grado e una per la scuola secondaria di secondo grado.

Il premio si articola in varie fasi. Nella prima, che si svolge a livello interregionale, le scuole della Valle d’Aosta concorreranno con quelle di Liguria, Lombardia e Piemonte.

I bozzetti saranno valutati da una giuria, composta da personalità dell’istruzione, della cultura e della comunicazione, nominata dalla Filiale di Aosta della Banca d’Italia, che quest’anno fa da capofila per le regioni menzionate.

La giuria include il direttore della Filiale di Aosta, Simone d’Inverno, il Sovrintendente agli studi della Regione autonoma della Valle d’Aosta, Marina Fey, la direttrice dell’Associazione Forte di Bard, Maria Cristina Ronc, la pittrice Vanda Sartreur, il giornalista e critico cinematografico, Luciano Barisone. Nove dei bozzetti pervenuti, tre per ogni livello d’istruzione, verranno selezionati e concorreranno alla fase nazionale.

Per ciascuno dei nove bozzetti selezionati verrà riconosciuto un contributo in denaro, pari a mille euro, per il supporto e lo sviluppo delle attività didattiche.

Tra i bozzetti, provenienti da tutte le regioni italiane, che giungeranno alla fase nazionale verrà individuato il migliore per ogni livello di istruzione.

Alle tre classi vincitrici sarà riconosciuto un contributo pari a diecimila euro ed esse saranno invitate a Roma alla cerimonia di premiazione presso la Banca d’Italia, durante la quale potranno visitare lo stabilimento di produzione dell’euro. La cerimonia di premiazione potrà svolgersi, se necessario, anche a distanza.


Loading...