Home Cronaca Cronaca Aosta

Scuola Vda, le nuove disposizioni per contenere la pandemia

0
CONDIVIDI
Scuola

La Presidenza della Regione autonoma Valle d’Aosta comunica che oggi, venerdì 16 ottobre 2020, si è svolta nella sede della Protezione civile regionale, una riunione tra il Soggetto attuatore dell’emergenza Pio Porretta, il Commissario sanitario per l’emergenza COVID-19 Luca Montagnani e la Sovraintendente agli studi Marina Fey, alla presenza del Presidente della Regione Renzo Testolin per definire le linee di indirizzo volte a ottimizzare il contenimento dell’epidemia in ambito scolastico. Le misure che dovranno essere adottate nelle 10 istituzioni scolastiche della Regione sono contenute in una circolare che la Sovraintendente ha inviato nel pomeriggio.

In particolare, è stato ricordato che, in base alle disposizioni del Ministero dell’Istruzione, nel caso in cui l’indice di contagio regionale R(T) superi il valore di 1,5, per gli studenti delle istituzioni secondarie (medie e superiori) ricorre l’obbligo di indossare la mascherina anche in posizione statica, cioè quando sono seduti al banco.

La circolare definisce le modalità con le quali le scuole secondarie di secondo grado dovranno redigere un piano operativo per adottare nei propri istituti l’integrazione tra la didattica a distanza e la didattica in presenza, in modo da alleggerire la presenza di studenti all’interno delle scuole, riducendo quindi le possibili situazioni di contatto. In particolare, la circolare stabilisce che, possibilmente da lunedì 19 ottobre 2020, nella scuola secondaria di secondo grado si dovranno:

evitare assembramenti nei pressi degli istituti scolastici;
favorire un ulteriore distanziamento interpersonale, avendo come obiettivo un affollamento massimo del 50% di alunni per ogni edificio scolastico.
Inoltre, la circolare suggerisce  alle scuole una serie di opzioni per ulteriori disposizioni di contenimento del rischio, condivise con il Dipartimento di prevenzione e la Protezione civile regionale, che le stesse, in base al loro contesto e alla specifica situazione epidemiologica, potranno adottare.

Durante la didattica digitale integrata, un’attenzione particolare dovrà essere riservata agli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali. Per gli alunni con disabilità andrà privilegiata la didattica in presenza con il loro docente di sostegno.

Allo stato attuale, risultano 58 alunni risultati positivi al test su 17.219 e 18 insegnanti su 2.445. Gli isolati sono in totale 962, di cui 780 alunni e 182 insegnanti.


Loading...