Home Cultura Cultura Aosta

Presa d’atto dell’approvazione del programma Interreg Italia-Svizzera per il periodo 21-27

0
CONDIVIDI
Presa d’atto dell’approvazione del programma Interreg Italia-Svizzera per il periodo 21-27 V.d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Bolzano
Presa d’atto dell’approvazione del programma Interreg Italia-Svizzera per il periodo 21-27 V.d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Bolzano

Presa d’atto dell’approvazione del programma Interreg Italia-Svizzera per il periodo 21-27 V.d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Bolzano

Presa d’atto dell’approvazione del programma Interreg Italia-Svizzera per il periodo 21-27. L’Assessorato dell’Istruzione, Università, Politiche giovanili, Affari europei e Partecipate informa che la Giunta regionale ha preso atto dell’avvenuta approvazione, da parte dei servizi della Commissione europea, del Programma Interreg VI-A Italia-Svizzera, lo strumento che anche nel periodo di attuazione 2021-2027 permetterà di finanziare interventi congiunti tra beneficiari italiani e svizzeri di Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Bolzano, Canton Vallese, Canton Ticino e Cantone dei Grigioni.

Con l’approvazione di Interreg Italia-Svizzera salgono a 6 i programmi di cooperazione territoriale cui i beneficiari valdostani potranno fare riferimento nel periodo di programmazione dei fondi europei che andrà  avanti fino al 2030 (il termine è quello del 2027 più un periodo di 3 anni per la chiusura delle attività di programmazione).

Nello specifico, Interreg Italia-Svizzera permetterà di finanziare interventi nell’ambito dell’innovazione e del trasferimento tecnologico; della tutela ambientale e del patrimonio naturale; della mobilità nei territori di confine; dell’inclusione sociale; del turismo e dell’efficienza dell’azione amministrativa.

“L’approvazione dell’atto di Giunta – afferma l’Assessore Luciano Caveri – costituisce l’ultimo passaggio con cui la Valle d’Aosta si è dotata, anche per i prossimi anni, di uno strumento per la realizzazione di interventi congiunti insieme ai vicini svizzeri, in particolar modo quelli del Canton Vallese. Adesso sarà importante accelerare la ripresa delle attività del Conseil Valais-Vallée d’Aoste, il tavolo di concertazione tra le due amministrazioni che già in passato ci ha permesso di discutere e porre le basi per il deposito di progetti strategici per il territorio transfrontaliero”.

Loading...