Home Cultura Cultura Aosta

Plaisirs de Culture en Vallée d’Aoste 2021

0
CONDIVIDI
Plaisirs de Culture en Vallée d’Aoste 2021

Plaisirs de Culture en Vallée d’Aoste 2021, l’evento inaugurale TraME e TE vi aspetta venerdì 17 settembre

Plaisirs de Culture en Vallée d’Aoste 2021, l’Assessorato dei Beni culturali, Turismo, Sport e Commercio e il Dipartimento Soprintendenza per i beni e le attività culturali ricordano che la rassegna culturale Plaisirs de Culture en Vallée d’Aoste, allineata con le Giornate Europee del Patrimonio sul tema “Heritage all Inclusive – Patrimonio culturale: tutti inclusi”,  è in programma dal 18 al 26 settembre 2021.

Per nove giorni i castelli, siti archeologici, mostre e musei gestiti dall’Amministrazione regionale saranno visitabili gratuitamente; durante l’intera rassegna sono in programma numerosi eventi organizzati da diversi partner sull’intero territorio regionale.

L’inaugurazione è prevista per venerdì 17 settembre alle 18 in piazza Roncas ad Aosta, con l’evento dal titolo TraME e TE – Intrecci di culture, studiato appositamente per esprimere lo spirito della tematica 2021 e sviluppato dalla Struttura Patrimonio storico-artistico e gestione siti culturali della Soprintendenza in sinergia con l’Assessorato regionale alla Sanità, Salute e Politiche sociali.

L’appuntamento prende avvio con la proiezione della video installazione Elementarmente umano, girata dal regista Alessandro Stevanon con la coreografia di Elena Pisu, i cui protagonisti sono ragazzi di seconda generazione residenti in Valle d’Aosta che, tra i labirinti sotterranei del Museo Archeologico Regionale, emblematicamente cercano la propria identità, le proprie radici e il proprio cammino. L’opera è il frutto di un progetto più ampio condotto col supporto dell’antropologa culturale Marcela Olmedo, docente associata presso la britannica Open University di Keynes.

L’evento di apertura sarà un’occasione in cui gesti, tradizioni, voci e musiche si giustapporranno e intersecheranno componendo la trama, appunto, di un molteplice tessuto: sociale, culturale e musicale fino all’ordito vero e proprio che verrà realizzato dalla fiber artist sarda Pietrina Atzori in collaborazione con le cooperative Les Tisserands di Valgrisenche e Lou Dzeut di Champorcher.

La performance, intitolata In fondo al cuore, sarà un grande e variopinto tessuto al plurale, simbolo di inclusione e partecipazione, sottolineata dall’accompagnamento musicale di Francesco Medda, in arte Arrogalla, con la scenografia di Gabriele Lasio e la voce della musicista ghanese Ranzie Mensah.

La serata si concluderà con le visite guidate alla mostra fotografica The Families of Man, allestita presso la sede espositiva del Museo Archeologico Regionale, il cui soggetto risulta perfettamente in linea col tema dell’edizione 2021; alcune di queste visite saranno tradotte nella LIS, la Lingua Italiana dei Segni.

Prenotazione obbligatoria al 348 397 6575 (lunedì-venerdì 9-13)

Plaisirs de Culture 2021: una rassegna vivace e caleidoscopica che vede la partecipazione di 50 partner per oltre 100 iniziative tra visite, laboratori, conferenze, escursioni, presentazioni di libri e aperture straordinarie a ingresso gratuito o a tariffa ridotta.

Di seguito tutti i partner esterni che partecipano all’edizione 2021.

Sedici i Comuni interessati:

Comune di Aosta ;
Comune di Arvier ;
Comune di Brusson ;
Comune di Champdepraz ;
Comune di Châtillon ;
Comune di Cogne ;
Comune di Etroubles ;
Comune di Gressoney-Saint-Jean ;
Comune di Issogne ;
Comune di Jovençan ;
Comune di La Magdeleine ;
Comune di Perloz ;
Comune di Pont-Saint-Martin ;
Comune di Saint-Christophe ;
Comune di Saint-Denis ;
Comune di Torgnon.
Sono 32 le associazioni e gli enti culturali che partecipano:

Associazione italiana Giovani per l’UNESCO ;
Alliance française de la Vallée d’Aoste ;
ANGSA VdA Onlus, Associazione Valdostana Autismo;
AVAS, Associazione Valdostana Archivi Sonori ;
Biblioteca intercomunale Saint-Marcel, Nus, Fénis ;
CAI, Club Alpini Italiano ;
CEFP, Centre d’études francoprovençales ;
Centre d’études Les anciens remèdes Jovençan ;
Chiese Aperte nella Diocesi di Aosta;
Amis du Cimetière du bourg ;
Cittadella dei Giovani ;
Cogne, Le miniere di magnetite ;
Lou Dzeut, Cooperative Vallée d’Aoste ;
Ente nazionale sordi – Onlus APS, sezione Valle d’Aosta;
FAI – Fondo Ambiente Italiano, sezione di Aosta;
Fondation Grand-Paradis ;
Fondazione Centro di studi storico-letterari Natalino Sapegno – onlus;
Forte di Bard ;
Istituto musicale pareggiato della Valle d’Aosta – Conservatoire de la Vallée d’Aoste;
L’Artisanà – IVAT Institut Valdôtain de l’Artisanat de tradition ;
Les Tisserands, Société coopérative Draps de Valgrisenche ;
Maison Dayné – Cogne ;
Maison Musée Berton – La Thuile ;
Museo alpino Duca degli Abruzzi – Courmayeur;
Osservatorio astronomico della Valle d’Aosta – Planetario di Lignan;
Parco naturale del Mont Avic ;
Pro loco di Valgrisenche ;
Punto informativo Autismo ;
Sarre 2mila8 – associazione culturale ;
Società Guide Alpine di Courmayeur ;
Torgnon turismo ;
UICI- Unione italiana ciechi e ipovedenti – sezione Valle d’Aosta.
Il programma dettagliato della rassegna è scaricabile al link: www.regione.vda.it/plaisirs2021

INFO

Regione autonoma Valle d’Aosta


Loading...