Home Consumatori Consumatori Aosta

Lo sport valdostano sta per perdere, il palaindoor Acerbi

0
CONDIVIDI
Lo sport valdostano sta per perdere, il palaindoor Acerbi

Grido d’allarme per il Presidente della Regione Autonoma Valle d’Aosta Lavevaz Erik

Al Presidente del Consiglio della Regione Autonoma Valle d’Aosta

BERTIN Alberto

All’Assessore alla Sanità della Regione Autonoma Valle d’Aosta

BARMASSE Roberto Alessandro

All’Assessore ai Beni Culturali, Turismo, Sport e Commercio

GUICHARDAZ Jean-Pierre

All’Assessore all’Istruzione, Università, Politiche Giovanili, Affari Europei e Partecipate

CAVERI Luciano

Ai componenti la Giunta Regionale

Bertschy Luigi, Marzi Carlo, Minelli Chiara, Sapinet Davide

Ai Consiglieri Regionali

Aggravi Stefano, Baccega Mauro, Brunod Dennis, Carrel Marco, Cretier Paolo, Distort

Luca, Foudraz Raffaella, Ganis Christian, Grosjacques Giulio, Guichardaz Erika, Jordan

Corrado Lavy Erik, Malacrinò Antonino, Manfrin Andrea, Marguerettaz Aurelio, Marquis

Pierluigi, Padovani Andrea, Perron Simone, Planaz Dino, Restano Claudio, Rollandin

Augusto, Rosaire Roberto, Sammaritani Paolo, Spelgatti Nicoletta, Testolin Renzo

Al Sindaco del Comune di Aosta

NUTI Gianni

Al Vice Sindaco del Comune di Aosta

BORRE Josette

All’Assessore del Comune di Aosta con delega a Sviluppo economico, alla promozione

turistica e allo Sport

SAPINET Alina

Al Direttore Generale della USL della Valle d’Aosta

Dr PESCARMONA Angelo

Al Capo del Dipartimento della Protezione Civile della Valle d’Aosta

Dr PORRETTA Pio

Agli Organi di informazione regionali Loro Sedi

Lo sport valdostano sta per perdere il palaindoor “Marco Acerbi” di Aosta per un lasso di tempo imprecisato, per lasciare spazio al centro vaccinale per contrastare il Covid.

E’ chiaro che di fronte al contrasto alla pandemia è difficile dire: non ci sto, e girarsi dall’altra parte. Ma c’è un ma. L’impianto deve essere chiuso il prossimo 31 marzo, come da atto del Comune di Aosta, per adeguarlo alla normativa antincendio (CPI) e per una serie di interventi di efficientamento energetico, relativamente ai quali l’Amministrazione del capoluogo ha trovato le risorse e ora prevede l’intervento.

Dal sopralluogo che Ausl della Valle d’Aosta e Protezione Civile hanno effettuato nella struttura di Corso Lancieri, trapela che il palaindoor ha le caratteristiche per ricoprire il ruolo di centro vaccinale e per questo fine la necessità è quella di occupare gli spazi palestra, spogliatoi e servizi posti al primo piano per un periodo che va certamente oltre i dodici mesi, e forse oltre. Questo, per una serie di motivi e per la specificità del suo utilizzo, determina la chiusura dell’intero impianto.

Stupisce che l’immobile risulti non idoneo all’attività motoria e sportiva, ma possa ospitare persone, quelle che transiteranno per ricevere il vaccino, che possono avere una mobilità ridotta.

Nelle sue campagne di prevenzione, in tempi non sospetti, l’Ausl della Valle d’Aosta ha giustamente spinto sull’attività sportiva e motoria, fondamentale per ridurre obesità e altre patologie, oltre a garantire una giusta educazione delle persone a prendersi cura di sé.

Questo processo virtuoso, portato a sistema, permette una riduzione delle malattie e, di conseguenza genera un evidente risparmio a carico del servizio sanitario nazionale, con stime di milioni di euro, se lo si guarda con un respiro decennale. Secondo i dati indicati dal Libro Bianco sullo Sport in Italia, in un anno sono state evitate, grazie all’attività sportiva, 52mila malattie e 22mila morti, per un totale di 1,5 miliardi di euro risparmiati e chiaramente i numeri, sono in crescita. Gli esperti ci dicono che l’assenza di attività fisica raddoppia il rischio di depressione e di disturbi dell’attenzione, triplica il rischio di disturbi psicosomatici, incluse le dipendenze. Ad esso collegato è unanimemente accettato che lo sport garantisca un fondamentale ruolo per la crescita equilibrata dei nostri giovani. Lo sport non è solo uno spettacolo o la fucina per generare campioni, ma soprattutto è un grande e oramai insostituibile supporto sociale. Il mondo sportivo non lo comunica mai abbastanza ma attraverso la pratica sportiva si producono salute, benessere, crescita cognitiva, inclusione sociale, relazionalità, rispetto e buon uso delle risorse ambientali.

E’ certo il contraccolpo che le società che utilizzano il palaindoor patirebbero, con alcune di queste che non riuscirebbero a sopravvivere, un dazio che l’opinione pubblica, forse,può anche considerare sacrificabile, ma di diverso avviso sarebbero le centinaia di famiglie dei giovani che le frequentano e che si troverebbero a piedi, così come le centinaia di maggiorenni che gravitano sulla struttura frequentando corsi degli sport più diversi.

Da quanto si è capito la richiesta di spazi non è imponente. Chiudere, ipotizziamo per un lasso di tempo indicativo di 3 anni (2 per il piano vaccinale e almeno 1 collegato all’intervento di adeguamento previsto dal comune di Aosta) è una condizione terribile per il mondo sportivo valdostano che già da anni lamenta i limiti dell’impiantistica sportiva. E’ possibile che nella piana di Aosta non esista una superficie alternativa, o anche tensostatica o prefabbricata?

I lavori di adeguamento e miglioria, che chiediamo al Comune di Aosta di realizzare con rapidità e per lotti, sapranno dare nuovo vigore a questa fondamentale struttura sportiva, e per questo siamo pronti a stringere i denti e fare fronte ai disagi. La prospettiva di un centro vaccinale Covid ci trova invece del tutto contrari e le motivazioni sono quelle che sinteticamente sono state sopra riportate.

Come dirigenti sportivi ci sentiamo in obbligo di lanciare questo grido di allarme perché, in questo momento critico, non evidenziare il servizio che il Palaindoor “Marco Acerbi” garantisce determinerebbe un peccato di omissione di cui ci sentiamo responsabili; una responsabilità che se questa nostra risulterà inascoltata, cadrà su tutti voi.

Piero Marchiando

Presidente Coni Valle d’Aosta

Michele Tropiano

Presidente Comitato Paralimpico Valle d’Aosta

Jean Dondeynaz

Presidente Atletica Valle d’Aosta

Cristiana Martinetto

Presidente Arrampicata Valle d’Aosta

Francesca Pellizzer

Presidente Ciclismo Valle d’Aosta

Mario Vietti

Presidente Pallacenestro Valle d’Aosta

Piergiorgio Ottenga

Presidente Tennis Valle d’Aosta

Armando Lodi

Presidente Pallavolo Valle d’Aosta

Massimo Verduci

Presidente Uisp Valle d’Aosta

Nicoletta Dalto

Presidente Comitato Rugby Valle d’Aosta

Aosta, 2 Febbraio 2021


Loading...