Home Cultura Cultura Aosta

L’Assessorato Sanità V.d’Aosta e l’Università di Torino

0
CONDIVIDI
L’Assessorato Sanità V.d'Aosta e l’Università di Torino

Approvato lo schema di Accordo tra la Regione e l’Università degli Studi di Torino per l’assunzione a tempo determinato di medici specializzandi

 

L’Assessorato della Sanità, Salute e Politiche sociali informa che la Giunta regionale ha approvato un Accordo con l’Università degli Studi di Torino che prevede la possibilità, ai sensi delle norme vigenti, di assumere a tempo determinato presso l’Azienda USL della Valle d’Aosta medici specializzandi iscritti alle scuole di specializzazione di area sanitaria del medesimo Ateneo.

A partire dal terzo anno del corso di formazione specialistica – spiega l’Assessore Roberto Alessandro Barmasse – i medici specializzandi regolarmente iscritti alle scuole di specializzazione sono ammessi alle procedure concorsuali per l’accesso alla dirigenza del ruolo sanitario nella specifica disciplina bandita. All’esito positivo delle procedure, i medesimi sono collocati in graduatoria separata con la possibilità di essere assunti con un contratto a tempo determinato, mantenendo l’iscrizione alla scuola si specializzazione, previa stipulazione di un apposito Accordo tra la Regione e l’Università interessata. Inoltre, per tali specializzandi, non appena sarà completato il percorso di studi, il contratto si convertirà a tempo indeterminato.

Ai medici in formazione specialistica così assunti verranno affidati incarichi compatibili con le loro competenze, sempre sotto la supervisione di un medico della struttura di appartenenza. Per loro sono previste 32 ore settimanali di lavoro e formazione pratica, mentre l’Università degli Studi di Torino pianificherà gli orari delle lezioni teoriche.

Con l’approvazione di questo Accordo – evidenzia ancora l’Assessore Barmasse – ci si pone l’obiettivo di inserire i medici specializzandi nei reparti ospedalieri, anche al fine di fronteggiare  l’attuale emergenza sanitaria e dare un piccolo contributo all’importante fabbisogno di medici che caratterizza in questo momento il Servizio sanitario regionale.

L’Accordo approvato ha durata sino al 31 dicembre 2022.


Loading...