Home Cronaca Cronaca Aosta

Ferrovie, 2021 anno cruciale per la rete valdostana

0
CONDIVIDI
Il trasporto regionale in Valle d'Aosta

Il prossimo anno potrebbe portare con sè un importante sviluppo per la rete ferroviaria valdostana con importanti investimenti.

Incontro con i dirigenti nazionali e territoriali di Rete Ferroviaria Italiana per fare il punto sugli investimenti previsti per l’ammodernamento, velocizzazione ed elettrificazione della linea ferroviaria Aosta – Chivasso.

L’Assessore nel corso dell’incontro, svoltosi a distanza, ha evidenziato la necessità di porre in essere azioni concrete in termini di progettazione degli interventi, in modo da valorizzare le attività di studio e progettazione portate avanti fino ad oggi e da utilizzare in maniera efficace, efficiente e condivisa i 36 milioni di euro disponibili a valere sul Contratto di Programma tra RFI e il Ministero, dando agli utenti della ferrovia un significativo miglioramento del servizio offerto.

RFI, rappresentata nell’incontro da Christian Colaneri (Direzione Commerciale), Valerio Giovine (Direzione Produzione) e Daniele Moretti (Direzione Circolazione) ha comunicato che nel mese di luglio è stato ha nominato un referente di progetto e si sono poste le basi per l’avvio, da settembre, di numerose attività.

Nel mese di settembre infatti inizierà l’elaborazione del progetto di fattibilità per gli interventi di velocizzazione della linea Aosta – Chivasso, che dovrebbe concludersi per febbraio 2021, e del progetto definitivo di elettrificazione della tratta Aosta – Ivrea, che invece sarà completato nel secondo semestre 2021.

Inoltre, a seguito della richiesta dell’Assessore, l’azienda si è impegnata ad iniziare una serie di lavori nelle stazioni, allo scopo di poter garantire la disponibilità, per il mese di dicembre, dei locali delle biglietterie valdostane.

L’Assessore ha evidenziato altresì che va mantenuta l’attenzione anche sulla linea Aosta – Pré-Saint-Didier, sia attraverso adeguati interventi di manutenzione per evitare il degrado dei binari e delle stazioni, sia con lo stanziamento dei fondi per gli interventi necessari per la riapertura della linea, per la quale nel nuovo contratto di servizio sono previste 6 coppie di treni al giorno.

È previsto un nuovo incontro per il mese di settembre, in modo da seguire l’avanzamento delle diverse attività.


Loading...