Home Cronaca Cronaca Aosta

Epidemia nei comuni di Chambave, Saint-Denis e Verrayes

0
CONDIVIDI

Chiarimenti per le attività contemplate nell’Ordinanza n.422 per i Comuni di Chambave, Saint-Denis e Verrayes

In merito all’ordinanza n. 422 del 15 ottobre 2020 del Presidente della Regione Renzo Testolin, volta a contrastare il diffondersi dell’epidemia da COVID-19 nei comuni di Chambave, Saint-Denis e Verrayes, per i quali è stata disposta la chiusura, la Presidenza della Regione ritiene utile fornire alcuni chiarimenti.

In particolare,  si possono continuare a svolgere le attività che erogano beni e servizi di prima necessità, le attività agricole e di allevamento, così come quelle connesse alla filiera agro-alimentare, le attività dei presidi sociosanitari e quelle veterinarie.

Si sottolinea inoltre che le attività di somministrazione di alimenti e bevande devono essere svolte con la modalità di consegna a domicilio.

Se tali attività si svolgono interamente all’interno del della zona rossa non sono soggette a ulteriori autorizzazioni.

Diversamente, se per il loro svolgimento il personale coinvolto deve uscire dal territorio dei comuni interessati o fare ingresso nei medesimi, tali spostamenti devono essere preventivamente autorizzati dal sindaco competente. Analogamente, è prevista la richiesta di autorizzazione per le attività oggetto di contratti di appalto pubblici.

Sono soggette ad autorizzazione anche le attività di consegna da parte dei corrieri. Le aziende titolari del servizio devono fare richiesta ai Comuni per poter entrare nelle aree oggetto dell’Ordinanza, dedicando alla consegna personale e mezzi identificabili con l’impresa autorizzata.

Tra i servizi che vengono garantiti vi è quello di raccolta e smaltimento dei rifiuti da parte delle aziende autorizzate dai sindaci. Si prosegue con la normale raccolta differenziata, tranne che per la gestione dei rifiuti degli isolati, che deve svolgersi nel rispetto delle disposizioni.


Loading...