Home Consumatori Consumatori Aosta

Cooperazione transfrontaliera fra Italia e Francia

0
CONDIVIDI
Cooperazione transfrontaliera fra Italia e Francia

Programma Interreg Italia-Francia Alcotra:
decisi gli obiettivi specifici del nuovo periodo 2021/27 e approvati gli ultimi bandi 2014/20 in uscita il 15 aprile

L’Assessorato dell’Istruzione, Università, Politiche giovanili, Affari europei e Partecipate comunica che nella riunione in videoconferenza del Comitato di sorveglianza di ieri, mercoledì 31 marzo, è stato fatto un ulteriore passo avanti nel percorso politico di definizione del nuovo Programma di Cooperazione transfrontaliera fra Italia e Francia per il periodo di programmazione 2021/27 e sono stati, inoltre, approvati gli ultimi bando a valere sull’attuale Programma 2014/20.

Le Regioni italiane e francesi, i Dipartimenti e le Provincie, unitamente ai rappresentanti delle rispettive Amministrazioni statali, dopo ampio dibattito e negoziato politico, hanno approvato la scelta definitiva degli obiettivi specifici inclusi nelle priorità tematiche Un’Europa più intelligente (OP1), Un’Europa più verde (OP2),Un’Europa più sociale (OP4) e Un’Europa più vicina ai cittadini (OP5).

Gli obiettivi specifici scelti riguardano la volontà di favorire i cittadini e le imprese attraverso la digitalizzazione, il rafforzamento delle competenze delle imprese, la tutela della biodiversità, l’adattamento ai cambiamenti climatici e la prevenzione dei rischi naturali, le energie rinnovabili, la mobilità sostenibile, la cultura e il turismo e il sistema socio-sanitario. Anche l’istruzione e l’educazione sono state ritenute prioritarie per l’area transfrontaliera, in particolare per l’area tra Valle d’Aosta, Alta Savoia e Savoia.

L’Assessore all’Astruzione, Università, Politiche giovanili, Affari europei e Partecipate, On. Luciano Caveri, ha sottolineato, oltre alla centralità degli obbiettivi scelti, la necessità di una programmazione strategica coordinata e condivisa: “Sono particolarmente soddisfatto per la scelta degli obiettivi specifici che sono in linea con gli indirizzi politici prioritari della Regione e condivisi tra tutte le Amministrazioni e per l’ampio consenso che ha ottenuto la mia proposta di inserire anche l’obiettivo specifico dell’istruzione per migliorare l’accesso a servizi innovativi per gli studenti e capitalizzare le esperienze delle scuole valdostane con le scuole d’oltralpe”.

L’Assessore ha poi ricevuto il testimone per la Presidenza di turno alla Valle d’Aosta che organizzerà la prossima riunione politica del Comitato nel mese di maggio.

Il punto centrale riguardo l’attuale ciclo di Programmazione 2014/20 è stata l’approvazione degli ultimi due bandi che apriranno dal 15 aprile al 30 giugno. Con questi bandi il Programma Alcotra vuole fornire una risposta concreta nella ricostruzione post crisi Covid-19 a favore del rilancio del tessuto socio-economico, profondamente segnato, dell’area transfrontaliera.

Lo stanziamento FESR totale previsto di 15 milioni sarà ripartito in due bandi per progetti su tutti gli assi del Programma della durata di 15 mesi: Alcotra Rilancio e Progetti Passerella. Il primo intende finanziare dei progetti di Ripartenza, in grado di fornire ai territori delle soluzioni sostenibili verso una ripresa “ecologica, digitale e resiliente” dell’economia e di rappresentare una transizione verso il Programma Operativo 2021-2027. Il secondo sarà riservato ai beneficiari dei progetti singoli già finanziati nell’ambito del primo e del secondo bando Alcotra 2014/20 per attività complementari o nuove che rispondano al contesto di crisi sanitaria o della tempesta Alex.

Tutte le informazioni specifiche sui bandi saranno pubblicate sul sito del Programma Interreg Italia-Francia Alcotra e per la Valle d’Aosta sul Canale Europa del sito internet regionale.

 


Loading...