Home Consumatori Consumatori Aosta

Consultazione pubblica, ancor più vicino ai cittadini

0
CONDIVIDI
Consultazione pubblica, ancor più vicino ai cittadini

Aperta la consultazione pubblica per il nuovo Programma Italia-Francia Alcotra

L’Assessorato Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti comunica che è aperta la consultazione pubblica sul nuovo Programma Interreg Italia-Francia Alcotra 2021-2027.

Con l’obiettivo di essere ancor più vicino ai cittadini, il Programma, giunto alla sesta generazione, si baserà anche sui risultati di questa consultazione pubblica.

La Regione, in qualità di amministrazione corresponsabile del Programma, è impegnata, sin da inizio anno, nella costruzione della futura programmazione. Una specifica task force tra amministrazioni partner e l’Autorità di gestione, in seguito al lavoro scaturito da una serie di incontri, ha ravvisato la necessità, al fine di definire le prossime scelte strategiche, di interpellare direttamente i cittadini, gli attori del territorio transfrontaliero e tutti coloro i quali, un domani, intendano sviluppare un Progetto da candidare sul Programma oppure vivere in questa area.

È stata quindi aperta una consultazione dedicata che si concluderà il prossimo 2 ottobre 2020. Rispondendo ad alcune domande, si potranno fornire indicazioni sulle possibili scelte che il Programma adotterà e che ne caratterizzeranno la strategia di sviluppo.

La prima novità del ciclo di Programmazione 2021-2027 è la volontà di dare spazio ai giovani fin dalla stesura del Programma attraverso una consultazione, aperta fino al 17 ottobre, dedicata a comprendere meglio le aspettative di chi ha un’età compresa tra i 12 e i 30 anni.

L’Assessore agli Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti sottolinea come il contributo di ognuno sia fondamentale per definire gli orientamenti della futura programmazione e per rispondere alle concrete necessità del territorio e dei suoi cittadini. Inoltre, evidenzia che il Programma Interreg Italia-Francia Alcotra non solo permette di consolidare i rapporti transfrontalieri attraverso partenariati strategici, ma è anche una delle principali fonti di sviluppo per il territorio valdostano grazie all’approvazione, nel periodo 2014/2020, di oltre 60 progetti con risorse dell’ammontare di circa 25 milioni di euro.

Le risposte raccolte saranno sottoposte all’organo decisionale del Programma, il Comitato di sorveglianza, che ha già assunto un impegno chiaro ovvero costruire un Programma più semplice, snello e il più possibile vicino alle aspettative ed ai bisogni del territorio e dei suoi cittadini.

LINK: https://new.regione.vda.it/europa/europa


Loading...