Home Spettacolo

Concerto sotto le stelle a Ollomont

0
CONDIVIDI
Concerto sotto le stelle a Ollomont
Christian Thoma Astreo Quartet

Concerto sotto le stelle a Ollomont. Martedì 10 agosto alle ore 21.30 con Astreo Quartet nei giardini della Casa Alpina in frazione Rey.

Concerto sotto le stelle a Ollomont nella notte di San Lorenzo

10 Agosto, ore 21:30 Partenza (inizio concerto ore 22)

Ollomont

ASTREO

Musica e stelle cadenti

Christian Thoma – corno inglese, clarinetto basso, composizioni
Manuel Pramotton – sax
Rémy Vayr Piova -trombone
Matteo Cigna – percussioni, vibrafono

Roberto Giunta – guida naturalistica

Una passeggiata sotto le stelle e fra i suoni in occasione della notte di San Lorenzo.

L’evento si configura in due parti:

un breve cammino verso la frazione La Cou raggiungendo la caverna, uno degli ingressi delle storiche miniere di rame di Ollomont,

per proseguire lungo la poderale che passa sopra il paese, allontanandosi dall’illuminazione artificiale.

Tutto per godere di una conversazione con la guida naturalistica Roberto Giunta su astri, costellazioni e stelle cadenti attraverso la scienza, ma soprattutto con miti e leggende.

A seguire un concerto nel quale gli strumenti non sono visibili, ma presenti intorno al pubblico;

lo avvolgono e lo coinvolgono, lasciando libera l’immaginazione di perdersi nel cielo stellato.

La musica è stata commissionata specificamente per l’occasione da Combin en Musique al compositore Christian Thoma, qui in veste anche di esecutore.

Un contrappunto a quattro voci che tiene conto delle distanze e della spazializzazione degli esecutori.

Christian Thoma commenta come segue:

“Un evento così particolare all’aperto e al buio senza amplificazione farà riscoprire la dimensione acustica e l’ascolto raccolto,

comodamente sistemati in un prato guardando le stelle cadenti, con un suono pulito, senza “distrazioni”.

Anche la formazione strumentistica non è convenzionale, ed è la prima volta che lavoriamo tutti insieme.

In programma ci sono mie composizioni originali, a Ollomont in prima esecuzione assoluta.

Tante le particolarità in questa serata, che è tra le più oniriche dell’anno.

Nel primo brano “Perseidi” interagiremo col pubblico consegnando una decina di lastre sonore per farle vibrare alla vista di una stella cadente.

Non solo: sarà proprio il pubblico a svolgere il ruolo di direttore d’esecuzione dandoci l’attacco per suonare insieme in un brano libero di improvvisazione.

Questo evento non è il classico concerto, semmai una performance: il cielo e le stelle saranno la parte più importante”.

I brani proseguiranno sempre a tema stelle, svelando delle peculiarità che avranno una sincrona corrispondenza con la partitura.

“Seguiranno come secondo brano EBLM J0555-57Ab, che è la stella più piccola scoperta dagli astronomi, se vogliamo la più sfortunata, distante 600 anni luce da noi, che rasenta il limite di massa sotto il quale non si può più parlare di stelle.

Sarà dunque un pezzo molto intimo e delicato.

A ruota Matusalemme , la prima stella, la più antica dell’universo,  a 35.000 anni luce dalla Terra.

La sua stessa definizione, la sua età così ingente da essere inimmaginabile, sfiora il paradosso.

Il brano la richiama tramite accenti arcaici.

L’ultimo pezzo si intitola Erakis, la stella più grande ad occhio nudo.

Parimenti la composizione sarà particolarmente potente, ritmata, veloce, distante dalla linea minimalista delle mie composizioni, in genere.

C’è dunque un richiamo assoluto tra immagini e musica, una vera e propria corrispondenza, visto che il pentagramma traduce i riferimenti visivi in emozione”.

Del resto, Thoma lavora abitualmente col teatro:

questa estate ad esempio è in tour con lo spettacolo “Mucche Ballerine” e con il concerto-performance ÆTHER;

un viaggio multimediale attraverso l’etere passando attraverso le quattro essenze del mondo terrestre, cioè l’aria, l’acqua, il fuoco e la terra.

Partenza alle 21.30 nei giardini della Casa Alpina in fraz. Rey.

Ai partecipanti è richiesto di munirsi di telo o plaid per potersi accomodare sul prato dove si svolgerà l’evento e se possibile di torcia o pila frontale per gli spostamenti nel buio.

In caso di maltempo l’evento sarà spostato al giorno successivo, 11 agosto.

(eventualmente al chiuso al persistere del maltempo).

Il concerto verrà replicato il 12 agosto a Cogne;

in collaborazione con il Festival MusiCogne, alle 21.30 (ritrovo in piazza Chanoux ore 21- verificare aggiornamenti sul sito dedicato).

Evento in collaborazione con Trekking Habitat.

La kermesse Combin en Musique è ideata e curata dall’associazione culturale Combin en Arts;

realizzata col sostegno del Consiglio Valle, dell’Assessorato regionale dei Beni Culturali, Turismo, Sport e Commercio e dei Comuni di Doues, Ollomont e Valpelline.

TUTTI I CONCERTI DEL COMBIN EN MUSIQUE SONO GRATUITI

Concerto sotto le stelle a Ollomont
Combine en Musique – Manifesto 2021

BIO ARTISTI

CHRISTIAN THOMA

Nato nel 1970 ad Aosta, Christian Thoma si diploma in oboe presso il Conservatorio di Alessandria e in Jazz presso il Conservatorio di Torino.

Dopo aver svolto attività concertistica nell’ambito della musica classica come solista, in formazioni da camera e in orchestra, si avvicina alla “musica di confine” che maggiormente lo rappresenta.

Con questa può esprimersi sia come esecutore e improvvisatore in generi poco praticati con il suo strumento, sia come compositore.

Ha scritto musica d’ascolto per formazioni dal duo all’orchestra sinfonica, colonne sonore di cortometraggi e documentari,

musiche di scena per spettacoli teatrali e di danza contemporanea, arrangiamenti di canzoni e realizzato performance in collettive multimediali.

In molti di questi progetti è anche direttore ed esecutore all’oboe, al corno inglese e al clarinetto basso.

Le sue musiche sono state eseguite in importanti rassegne in Europa, Sud America e Asia e incise in diversi CD.

Ha lavorato, tra gli altri, con Stefano Battaglia, William Parker, Butch Morris, Aldo Romano, Dave Liebman, Harris Lambrakis, Oscar Del Barba,

Fabrizio Bosso, Mario Raja, Carlo Actis Dato, Norbert Pignol, Achille Succi, Domenico Caliri, Stefano Risso, Alessandro Giachero, Matteo Cigna,

Zeno Gabaglio, Andrea Ruggeri, Pasquale Mirra, Gabriele Mitelli, Giulio Corini, Nelide Bandello, Fabrizio Saiu, Sinequanon Teatro,

Teatro Instabile di Aosta, Joseph Péaquin, Stefano Benni, Antonio Catania, Enrico Ghezzi…

Insegna Formazione Musicale Generale, improvvisazione e conduction;

cura gli arrangiamenti per l’Orchestra Laboratorio SFOM presso la Fondazione M. I. Viglino per la Cultura Musicale della Valle d’Aosta.

MATTEO CIGNA

Nato a Biella il 01 agosto del 1969 si è diplomato al Conservatorio G.Verdi di Torino nel luglio del 1997 sotto la guida del Maestro Mannocchi Mariano e del Maestro Daniele Vineis.

Suona e studia con:

Gian Piero Pramaggiore, Christian Hamouy, Daniele Vineis, Carlo Sola, Pierre Favre, Jon Christensen, Stefano Battaglia, Yuval avital (Israele),

Mario Raja, Peppe Consolmagno, Mino Cinelu, Fodé Cisse, Billy Cobham, Callixto Oviedo, Ibraima Traoré, Tamara Tarskikh (Russia),

Mamadou Lamine Sow, Maré Sanogo, Seny Touré, Babà Diarra, Miyuki hayakawa (Giappone), Bakary Touré, Rémy Aguidoussou,

Saghir Kan (India), Liu Kang Ying (Cina), Famoudou Don Moye, Aho Luc Nicaise, Kalifà Kamarà,

Moussa Koné, in Africa, Francia, Italia, Germania, Brasile, Turkia.

Consegue il “Certificat Percustra 1er Degré” del corso “Percustra”.

Ha seguito numerosi corsi di perfezionamento in didattica della musica e in percussioni classiche.

Suona e incide con l’ensemble “Odwalla”, con il chitarrista Maurizio Verna nel duo “Nugae”, con il progetto “Theatrum” di Stefano Battaglia,

con il gruppo di percussioni africane “Empire Mandingue” anche al Forum Social Mondial di Porto Alegre (Brasile),

con l’ensemble di musica antica “Ombra Gaia”, con il laboratorio di percussioni e danza “Mamima Swan”,

nei progetti “Hamesh” e “Trialogo” con il “Yuval Avital Ensemble”, con l’Orchestra “Oplab” e molto altro.

E’ stato co-fondatore del gruppo di musica contemporanea “Demoé Percussion Ensemble”.

Ha inciso più di venti CD e registrato video per la RAI Radiotelevisione italiana e la Bayerische Runfunk di Monaco di Baviera.

Dirige l’Ensemble “Mamima Swan”, creato nel 1999.

Direttore Artistico della Suola Suono Gesto Musica Danza di Aosta dal 2005.

Dal 1990 insegna Strumenti a Percussione presso scuole pubbliche e private del nord Italia.

Tiene corsi dal 1991 in molte scuole medie, elementari e materne.

Lo fa realizzando un progetto didattico la cui finalità è quella di avvicinare e sensibilizzare bambini e ragazzi alla musica.

In 26 anni di attività con questo progetto ha lavorato nelle scuole per più di 2000 ore.

Dal 1992 per una decina di anni ha insegnato presso le scuole ad indirizzo bandistico di Nus, Fenis, Chambave, Villaire e Aosta.

Poi dal 1999 insegna percussioni etniche e africane e suona ai corsi di danza d’espressione africana, in scuole di danza e di musica nel nord Italia.

E dal 2007 al 2015 è docente dei laboratori musicali per il Museo Archeologico Regionale della Valle d’Aosta.

Invece dal 2009 al 2016 è docente presso il Conservatorire de la Vallée d’Aoste nella classe di propedeutica musicale e come tutor per la classe di Strumenti a Percussione dei corsi pre-accademici.

Operatore Musicale per il progetto MaS (Musica a Scuola), finanziato dalla regione, negli anni 2008/2010. Nell’A.S. ‘12/’13 e nel ‘13/’14 è docente al liceo Musicale di Aosta, Nell’A.S. ‘14/’15 è professore di musica nella scuola media di Mongrando (Bi).

REMY VAYR PIOVA

Inizia lo studio del trombone nel 1994 e si diploma presso l’istituto Musicale Pareggiato della Valle d’Aosta.

Nel 2006 conclude il percorso di specializzazione con la Laurea Afam presso il conservatorio di G. Cantelli di Novara con il punteggio di 109/110.

In tutti questi anni si è perfezionato con i maggiori solisti e docenti mondiali quali Rex Martin, Joseph Alessi, Michel Bequet e Andrea Bandini.

Ha suonato e registrato con numerose orchestre sinfoniche ricoprendo il ruolo di primo e secondo trombone tra le quali si citano:

Orchestra Sinfonica G. Verdi Milano, Orchestra Filarmonica Torino, Orchestra San Remo, I Pomeriggi Musicali di Milano…

Non solamente interessato alla musica sinfonica, suona anche in diverse formazioni da camera;

spaziano dal quartetto alla musica antica a quella contemporanea collaborando con diversi ensemble come il Divertimento Ensemble e Risognanze,

suonando in prestigiosi festival anche prime esecuzioni mondiali quali Festival MITO (Milano Torino), ERL TIROLER FESTSPIELE (Austria) collaborando con autori prestigiosi quali Donatoni, Francesconi, Ades, Filidei, Campogrande…

L’attività di musicista e didatta spazia anche all’interno del mondo bandistico Valdostano sia come musicista ospite che tramite corsi e masterclass come Cluster, Musicantando di Gaby e Master ottoni della Verdi.

Inoltre, da oltre dieci anni ricopre il ruolo di primo trombone solista nell’Orchestre d’Harmonie de la Valleé d’ Aoste con la quale ha vinto concorsi e inciso cd.

Anche nel campo della musica leggera e pop, collabora e registra con diverse formazioni quali Tamtando, Orchestra giovanile jazz della Valle d’Aosta collaborando con artisti del calibro di Ray Lema, Bil Aka Kora, Fabrizio Bosso, Daniele Tittarelli…

Dal 2003 è docente di Trombone, Ottoni Gravi e Percorsi Misti presso la SFOM Fondazione Musicale Maria Ida Viglino.

Parallelamente insegna anche nella classe dei percorsi misti, una pratica musicale rivolta ai ragazzi delle scuole superiori di secondo grado portatori di Handicap.

Lavorando in equipe con il dipartimento disabilità della Sfom gestisce e collabora in diversi progetti che hanno come punto centrale la divulgazione e l’insegnamento musicale per ragazzi con disabilità.

Attualmente il dipartimento disabilità comprende attività musicali che includono i bambini delle scuole elementari fino al tempo libero degli adulti e delle loro famiglie.

Inoltre suona in una vera e propria orchestra Sinfonica integrata la Symphonic Taxi Orchestra.

MANUEL PRAMOTTON

Diplomato in sassofono nel 2003 presso l’Istituto Musicale Pareggiato della Valle d’Aosta con il massimo dei voti.

Si è perfezionato al Berklee Colle of Music di Boston (Massachusetts, USA) dove si è iscritto grazie all’assegnazione di una borsa di studio durante “Umbria Jazz Festival”.

Ha ottenuto il bachelor in jazz e il master in jazz performance presso il conservatorio di Losanna con il massimo dei voti.

Ha partecipato a molti work-shop, seminari e vinto concorsi internazionali.
Al suo attivo ha numerose registrazioni e partecipazioni a importanti festival nazionali e internazionali:

“International Festival of Dance and Music” in Bangkok, “Montreux Jazz Festival 2012”, “Torino Jazz Festival 2012”, “Brosella 2011” (Belgio),

“Bruges Jazz Festival” (Belgio), “JazzAscona 2011” (CH), “JazzJuan 2011” (Francia), “Cully Jazz Festival” (CH),

“Umbria Jazz Festival Winter”, “Hué Festival” (Vietnam), “Le città del jazz” (Roma)…

Tra le collaborazioni:

George Robert Jazz Orchestra (incisione cd “Abre Alas” con Ivan Lins e Bob Mintzer), European Saxophone Ensemble (3 incisioni discografiche e 3 tour europei) “Berklee Jazz Educators Orchestra” (Boston, USA),

Fabrizio Bosso, Rene Mosèle, Aljazzeera, Lamia Bedioui, Mario Raja, Cezariusz Gadzina, Brian Quinn, Nippy Noya, Piotr Wojtasik,

Saxafabra, Belgian Saxofone Ensemble, Orchestra Giovanile Sinfonica del Piemonte, Orchestra Nazionale della Romania,

Bruno Chevillon, Loui Sclavis, Tamtando, Baba Sissoko, Gilson Silveira, Luis Agudo, Ray Lema, Beppe Barbera,

Alberto Mandarini, Federico Monetta Quartet, Humberto Amesquita…

Si è esibito nei maggiori teatri e club europei:

Vienna, Berna, Torino, Singapore, Cracovia, Zurigo, Jazz in Bess, Lugano, Roma, Lausanne, Lituania, Riga, Lettonia, Estonia),

Polonia, Parigi, Brussels, Cipro), Grecia, Budapest, Bratislava, Berlino, Slovenia, Romania…

Insegna sassofono, orchestra jazz e improvvisazione presso la Sfom.


Loading...