Home Cronaca Cronaca Aosta

Clima caldo, ghiacciai in sensibile riduzione anche in Valle d’Aosta

0
CONDIVIDI

La salute dei Ghiacciai in Valle d’Aosta non è delle migliori in un contesto di un inverno tra i più miti degli ultimi anni.

Sono alcuni degli aspetti che emergono dal primo Rapporto dell’Osservatorio del Monte Bianco sui cambiamenti climatici nei territori dell’Espace Mont-Blanc.

L’obiettivo è di confrontare i dati relativi agli ultimi 40 anni (periodo 1980-2010 e periodo 2010-2018) per analizzare le tendenze del cambiamento climatico sui tre versanti – italiano, francese e svizzero – del massiccio.

La variazione dei ghiacciai di Argentière (Chamonix – Francia), di Giétro (Vallese – Svizzera) e del Rutor (Valle d’Aosta) “non lascia dubbi: tutti e tre si trovano in una fase di rapido ritiro con perdite di volume importanti, da 12 a 20 metri di acqua equivalente in soli 16 anni”. Nel 1980 le giornate con temperature superiori ai 25 gradi si verificavano soltanto sotto ai 1.000 metri di quota (37 giorni in tutto). Da allora si sono raggiunte punte di 125 giornate alla stessa quota (2018), di 25 (2003) e 22 (2015) tra i 1.000 e i 2.000 mt, di otto giornate (2019) sopra i 2.000 metri. Diminuiscono parallelamente le giornate fredde, soprattutto nel fondovalle (-46%). Inoltre alle quote più elevate si registra una diminuzione media di 13 giorni di ghiaccio in otto anni.

Loading...