Home Consumatori Consumatori Aosta

Bonus Partite Iva, B&B e aziende agricole

0
CONDIVIDI
Bonus Partite Iva, B&B e aziende agricole
Bonus Partite Iva, B&B e aziende agricole

Bonus Partite Iva, B&B e aziende agricole

Bonus Partite Iva, B&B e aziende agricole, #VDARiparte: Giunta approva tre misure anti-crisi Covid

La Giunta regionale ha oggi approvato tre delibere applicative riguardanti altrettante misure di aiuto anti-crisi Covid, previste dalla legge regionale n. 15 del 2021.

Si tratta dei bonus destinati alle imprese e ai titolari di Partita Iva, ai gestori dei bed and breakfast e alle aziende agricole.

Il primo contributo una tantum a fondo perduto (articolo 9 della legge regionale 15/2021) da 2.000 a 25.000 euro, in base al fatturato complessivo, è destinato ai titolari di Partita Iva in Valle d’Aosta che, tra ottobre 2020 e marzo 2021, abbiano ridotto il fatturato almeno del 30 per cento rispetto al 2019 e al 2020.

Il contributo può aumentare fino a 45.000 euro in casi di forti riduzioni di fatturato. Le risorse complessivamente disponibili ammontano a 49 milioni di euro.

Il secondo bonus (art. 10) riguarda invece i gestori di bed & breakfast che abbiano registrato una riduzione dei ricavi almeno del 30 per cento.

Il contributo è di 2.000 euro. Alle attività di B&B avviate tra ottobre 2019 e il 23 marzo 2021 sono invece destinati 1.000 euro a prescindere dalla riduzione dei ricavi. In totale sono disponibili 200 mila euro.

Infine, vengono concessi contributi (art. 11) da 1.500 a 4.500 euro  alle aziende agricole valdostane, il cui titolare risulta iscritto come coltivatore diretto presso la sezione INPS della Valle d’Aosta e dotate di una Produzione Standard, riferita al 2020, pari o superiore a 10.000 euro.

Per questa misura sono stati stanziati 1,3 milioni di euro.

“Il percorso di avvio delle misure anti-crisi Covid, previste dalla legge 15 del 2021, approvata all’unanimità dal Consiglio regionale, sta rispettando il calendario stabilito.

Ciò è reso possibile – spiega Luigi Bertschy, vicepresidente della Regione e Assessore allo sviluppo economico, formazione e lavoro – dall’importante lavoro di coordinamento tecnico tra tutte  le strutture dell’amministrazione coinvolte e anche con la società Inva.

Nel frattempo, anche in questa fase applicativa, prosegue il costante e costruttivo confronto politico tra tutte forze presenti nell’Assemblea regionale,  attraverso un apposito tavolo cui partecipano i Capigruppo, i Presidenti delle Commissioni seconda e quarta e gli Assessori di riferimento delle misure”.

Le domande potranno essere inoltrate tramite il portale new.regione.vda.it/vdariparte a partire da lunedì prossimo 19 luglio. Per accedervi è necessaria un’identità digitale SPID, CNS e CIE.

La domanda può anche essere presentata da un soggetto delegato dal beneficiario.

Dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 12.30, è stato attivato uno sportello digitale per l’attivazione dello SPID, aperto, nel cortile interno del palazzo dell’Assessorato, in piazza della Repubblica n. 15 ad Aosta.

E’  disponibile un numero verde 800 006 300 per supportare gli utenti nell’autenticazione alla piattaforma con identità digitale (SPID, CIE, TS/CNS), fornire informazioni sulle misure previste, indirizzare verso la struttura competente ove necessario e supportare nella compilazione della domanda.


Loading...