Home Spettacolo Spettacolo Aosta

Aosta Classica giunge alla sua venticinquesima edizione

0
CONDIVIDI
Aosta Classica giunge alla sua venticinquesima edizione

Nonostante il periodo sia stato complicato, per tutti e a tutti i livelli, e malgrado il lavoro sia stato travagliato e fatto in estrema fretta, Aosta Classica ritorna

Siamo riusciti ad allestire una programmazione che sarà totalmente differente dal passato.

Non verrà allestita la consueta area spettacoli al teatro romano, ovviamente, per moltissimi motivi. Abbiamo però cercato di capire, in queste settimane, in che modo un festival storico come Aosta Classica potesse essere utile alla comunità e al territorio nel quale vive ed opera da cinque lustri. Allo stesso tempo abbiamo provato ad attivare le maggiori sinergie possibili affinché Aosta Classica potesse nel suo piccolo contribuire ad una ripartenza della nostra regione da un punto di vista culturale, sociale, economico, di visibilità.

L’idea è stata quella di proporre dei concerti che non si limitassero ad una fruizione locale e diretta, ma che potessero anche avere un raggio nazionale ed internazionale attraverso i media. Per questo motivo abbiamo raggiunto un accordo di collaborazione con la

Rai e i concerti che organizzeremo saranno trasmessi dalla televisione di stato attraverso ,molteplici canali: Rai Radio1, Radio Rai Tutta Italiana per la radiofonia, Raiplay e i canali socials delle dette radio per la parte video.

Questa partnership con la Rai ha potenzialità decisamente rilevanti: significa permettere di arrivare ad una platea di centinaia di migliaia di persone per ciascun evento. Se

si sommano i potenziali utenti di tutti i canali di diffusione messi a disposizione dalla Rai il pubblico cui poter arrivare si dilata a dismisura. Non solo: al di là della loro fruizione in diretta, le registrazioni degli eventi rimangono a disposizione su tutte le piattaforme e quindi possono beneficiare di ulteriori contatti e visualizzazioni a posteriori.

L’idea di fondo di questa edizione di Aosta Classica è quella di organizzare cinque appuntamenti di musica dislocati nel seguente modo: un concerto nel capoluogo regionale e quattro concerti sotto le altrettante montagne alte quattromila metri che si trovano in valle.

Le catene del Gran Paradiso, Monte Bianco, Cervino e Monte Rosa saranno dunque i contesti naturali destinati ad ospitare i nostri eventi, rispettivamente – e in ordine cronologico – a Courmayeur, Ayas, Cogne e Cervinia. Per questo motivo abbiamo deciso di dare un nome a ,questa edizione del festival: “Da Aosta ai quattromila”.

Tutto questo è stato reso possibile grazie al sostegno delle amministrazioni comunali di Aosta, Courmayeur, Cogne e Valtournenche e alla collaborazione con la Monterosaski, oltre che dei partners storici del festival, come la Fondazione Crt e CVA.

I cinque concerti si articoleranno per cinque giorni consecutivi dal 29 luglio al 2 agosto.

Il concerto di Aosta aprirà il festival mercoledì 29 luglio, con un concerto in Piazza Chanoux del pianista Giovanni Allevi, con inizio alle ore 21,30. Gli altri appuntamenti saranno tutti pomeridiani, a partire dalle ore 16,00. Il concerto dei Negrita ad Ayas è già stato annunciato dalla band aretina sui propri canali social. Gli altri artisti che saranno protagonisti dei concerti verranno comunicati nel corso della settimana prossima.

Questo il calendario con le località:

Mercoledì 29 luglio – ore 21,30 – Aosta – Piazza Chanoux

GIOVANNI ALLEVI – PIANOFORTE

“Il pensiero e la musica” – Incontro fra pensiero e musica

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Giovedì 30 luglio – ore 16,00 – Courmayeur – Fun Park di Dolonne

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Venerdì 31 luglio – ore 16,00 – Ayas – Alpe Ciarcerio – Comprensorio Monterosaski

NEGRITA – UNPLUGGED TRIO

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Sabato 1 Agosto – ore 16,00 – Cogne – Belvedere Gimillan

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Domenica 2 Agosto – ore 16,00 – Cervinia – Chiesetta degli Alpini

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Il festival seguirà ovviamente tutte le disposizioni dell’ultimo D.P.C.M. e quindi i concerti saranno fruibili al massimo da mille persone e verrà posta la massima attenzione alle misure di sicurezza personale, a cominciare dal distanziamento sociale che dovrà essere rigorosamente osservato da tutti i partecipanti.

Le prenotazioni potranno essere fatte sulla piattaforma Event Brite, ad eccezione del concerto di Ayas la cui richiesta di partecipazione dovrà essere inoltrata agli uffici della Monterosaski: nel caso del concerto dei Negrita occorrerà dotarsi del biglietto di andata e ,ritorno della Funicolare che da Frachey porta all’Alpe Ciarcerio e tutti coloro che vorranno vedere il concerto saranno tenuti ad acquistarlo. Le prenotazioni agli eventi saranno disponibili a partire da lunedì 20 luglio. Tutti i partecipanti dovranno fornire le generalità proprie e di chi eventualmente li accompagnerà. I dati dei presenti saranno conservati per i 14 giorni successivi al concerto, a disposizione delle autorità sanitarie e di pubblica sicurezza.

Le persone con disabilità motorie che volessero partecipare possono scrivere al seguente indirizzo: info@aostaclassica.it

Il numero dei posti riservati a questi spettatori è limitato. Farà fede l’ordine cronologico di arrivo delle domande. Non tutte le sedi dei concerti ,potrebbero essere idonee ad accogliere persone in carrozzina o con problemi motori.

Sarà indispensabile la collaborazione e il buon senso di tutti per permettere lo svolgimento delle manifestazioni nella dovuta serenità. L’obiettivo della venticinquesima edizione di Aosta Classica è di proporre cinque appuntamenti di musica tramite i quali dare la migliore immagine possibile della Valle d’Aosta declinata attraverso la storia del capoluogo e le montagne più alte d’Europa.

 

 


Loading...