Home Sport Sport Italia

Il 2019 sarà un anno importante per le Nazionali Under

0
CONDIVIDI
Luigi di Biagio

L’Italia del calcio sta aprendo sempre di più le porte verso il ricambio generazionale. Ancor più adesso, con il c.t. Roberto Mancini, il quale si sta facendo carico in prima persona del ringiovanimento della Nazionale. Donnarumma, Barella e Chiesa possono essere considerati ormai degli intoccabili della rosa azzurra, della quale ormai fa parte in pianta stabile anche Lorenzo Pellegrini. Ma ci sono altri giocatori pronti a bussare alle porte di Coverciano: le recenti convocazioni dei vari Zaniolo, Pellegri, Tonali e Kean rappresentano un’ulteriore ventata di novità. Ma, oltre a questi giovani ragazzi, ci sono altri giocatori che cercano il loro spazio nelle nazionali giovanili per le quali si prospetta un 2019 cruciale.

Under 21, verso l’Europeo

La nazionale guidata da Luigi Di Biagio è la punta dell’iceberg del movimento giovanile azzurro. I cosiddetti azzurrini avranno tra l’altro l’onore e l’onere di giocare in casa l’Europeo 2019: un’edizione che si appresta ad essere doppiamente importante dal momento che regalerà alle quattro semifinaliste il pass per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Un traguardo importante per la nostra nazionale giovanile, in quanto manca ai Giochi da Pechino 2008, quando la squadra, allora guidata da Pierluigi Casiraghi, fu eliminata dal Belgio nei quarti di finale. Chissà che l’aria di casa non porti bene a questa formazione.

Under 20, verso il Mondiale

Di importanza ancora più grande è il prossimo impegno che attende l’Under 20 di Paolo Nicolato, il quale lo scorso luglio ha portato la Nazionale Under 19 ad un passo dalla conquista dell’Europeo. Il secondo posto nella rassegna continentale ha aperto le porte del Mondiale, il quale avrà luogo in Polonia a partire dal prossimo 23 maggio. Si tratta della seconda partecipazione consecutiva per gli azzurrini, dopo la straordinaria spedizione in Corea, chiusa con la medaglia di bronzo.

Under 19, verso l’Europeo

L’Under 19 di Federico Guidi è riuscita a conquistarsi d’autorità l’accesso alla fase élite di qualificazione all’Europeo di categoria con tre vittorie su tre in un girone per niente semplice. Un risultato che conferma il brillante andamento di una Nazionale che è stata in grado di raggiungere due finali (entrambe perse, rispettivamente contro Francia e Portogallo) nelle ultime tre edizioni della rassegna continentale. Un ruolino che ha permesso all’Under 19 azzurra di entrare per la prima volta nella Top 4 del ranking di categoria.
Il prossimo obiettivo è, ovviamente, quello del ritorno al successo il quale manca dal 2003, quando Della Rocca e Pazzini schiantarono il Portogallo. Per arrivare in Armenia, sede della fase finale dal 14 al 27 luglio, servirà però superare lo scoglio della seconda fase di qualificazione, alla quale gli azzurrini si presenteranno da testa di serie.

Under 17, verso l’Europeo

Anche i più piccoli si dimostrano tenaci e vincenti come i più grandi: tris di successi nel girone di qualificazione, con la ciliegina del 3-0 rifilato alla Croazia. Il c.t. Carmine Nunziata è alla guida di questa giovanissima Nazionale.Un gruppo estremamente talentuoso all’interno del quale spiccano lo juventino Tongya e l’interista Esposito. I classe 2001 che li hanno preceduti sono riusciti a sfiorare un titolo Europeo sfuggito soltanto ai calci di rigore nella finalissima contro l’Olanda. Anche qui, per riuscire ad arrivare alla fase conclusiva, che si giocherà in Irlanda, e dare così la caccia ad un trofeo mai conquistato, bisognerà superare lo sbarramento della fase élite di qualificazione, in programma nel mese di marzo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here