Home Consumatori Consumatori Aosta

Buona riuscita della 3^ edizione di Vins Extrêmes

0
CONDIVIDI
Buona riuscita della 3^ edizione di Vins Extrêmes

Grande soddisfazione per la buona riuscita di Vins Extrêmes Bard 2019

Il meglio dei vini eroici d’alta quota, in corso di svolgimento in questo fine settimana (30 novembre e 1° dicembre 2019), a Bard, nella suggestiva cornica del Forte.

Questi due giorni di Vins extrêmes sono per la Valle d’Aosta una vetrina a livello nazionale e internazionale dei migliori vini della viticoltura eroica e un momento importante per consolidare sinergie finalizzate alla promozione della cultura del vino e dell’attività svolta con impegno e ottimi risultati dai nostri produttori – dichiara l’Assessore Laurent Viérin. La presenza ai tavoli di lavoro di invitati istituzionali quali Christophe Darbelley, Conseiller d’Etat du Canton du Valais et Chef du département de l’économie, du tourisme et de la formation o dei rappresentanti dei Comuni di Ischia e di Ercolano o  ancora del Direttore generale del ministero dell’Agricoltura del Governo di Andorra Josep M. Casalsalis, offrono l’occasione per pianificare nuove collaborazioni finalizzate a valorizzare la nostra viticoltura, con particolare attenzione al suo sviluppo in chiave turistica ed imprenditoriale.

La manifestazione, organizzata dall’Assessorato Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali della Regione autonoma Valle d’Aosta, in collaborazione con l’Associazione Viticoltori Valle d’Aosta (VIVAL), il Centro Ricerca, Studi e Valorizzazione per la viticoltura di montagna (CERVIM) e la Chambre valdôtaine des entreprises et des activités libérales, ha visto la partecipazione di oltre sessanta aziende vitivinicole italiane ed estere. Si segnalano oltre alle aziende provenienti da Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Abruzzo, Marche, Basilicata, Molise, Lazio, Trentino Alto Adige, Veneto, Toscana, Campania, Sicilia e Sardegna, anche testimonianze estere che hanno aggiunto valore ad una manifestazione ormai di rilievo internazionale nel panorama di settore.

Partner istituzionale dell’iniziativa è la Chambre Valdôtaine che ha voluto sostenere in maniera concreta Vins Extrêmes, non solamente in termini economici e di promozione, ma anche organizzando, grazie alla collaborazione del CEIP, una mission per buyer e giornalisti provenienti da alcuni mercati esteri di possibile interesse. Commenta a tal proposito il Presidente Nicola Rosset: Le eccellenze eno-agro alimentari della nostra regione sono sempre più un testimonial di eccezione per tutto il comparto imprenditoriale per questa ragione la Chambre Si è trattato di una scelta che va nella direzione di valorizzare le nostre imprese offrendo loro l’opportunità di ampliare il proprio mercato di riferimento. Crediamo infatti che quella del confronto con altre realtà sia una strada obbligata per continuare a crescere in termini di innovazione e di costante ricerca della qualità del prodotto.

L’evento si svolge sui due giorni presso il Forte di Bard che ha riservato ai partecipanti all’iniziativa che acquistano il biglietto di ingresso alla manifestazione, tariffe ridotte su tutti gli spazi espositivi e temporanei disponibili. Commenta la Presidente dell’Associazione Forte di Bard, Ornella Badery: Legare eventi di grande richiamo come Vins Extrêmes a contesti monumentali come il Forte di Bard consente di offrire al pubblico una proposta turistica unica che si trasforma anche in opportunità culturale. Un mix vincente che porta importanti ricadute in termini di visibilità soprattutto in un periodo, quello che precede le festività, debole in termini di attrattività. Ospitare in questo territorio Vins Extrêmes è anche un modo per valorizzare la coltivazione della vite in un’area, la Bassa Valle, che ben rappresenta le condizioni estreme in cui si svolge.

Per i partecipanti alla manifestazione, questa l’occasione di conoscere i migliori vini eroici italiani ed esteri, e avvicinarsi così ai prodotti di una viticoltura praticata in contesti estremi, su terreni in forte pendenza, a quote elevate e in particolari condizioni climatiche, degustare i vini delle aziende presenti, partecipare a degustazioni guidate e a workshop dedicati di approfondimento.

Siamo molto contenti del grande interesse dimostrato già in questa prima giornata da parte di addetti ai lavori e di appassionati per la manifestazione e per la viticoltura eroica – sottolinea Stefano Celi, presidente Associazione viticoltori della Valle d’Aosta – e ci auguriamo che Vins Extrêmes possa diventare sempre più la manifestazione simbolo della viticoltura di montagna, rappresentativa anche della tipicità della Valle d’Aosta e delle sue produzioni.

In occasione di Vins Extrêmes al Forte di Bard – sottolinea Roberto Gaudio, presidente Cervim – si terrà la premiazione della 27esima edizione del Mondial des Vins Extrêmes, l’unico concorso enologico mondiale dedicato alla viticoltura eroica. Edizione dei record quella del Mondial 2019 sia per il numero di vini iscritti che per i Paesi rappresentati e le aziende partecipanti( 920 di cui 442 italiani e 478 esteri, provenienti da 339 aziende vitivinicole, di cui 168 italiane e 171 estere). Possiamo parlare di una qualità elevata dei vini eroici in Italia e nel mondo, come i winelover e un mercato sempre più attento ci confermano.


Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here